VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

DIDATTICA INCLUSIVA - Leggiamo INSIEME Come cambiano le nascite in Italia Leggi e ascolta un testo espositivo attuale e molto interessante. Durante la lettura del testo osserva bene anche i dati e le immagini. Presta attenzione soprattutto ai grafici. Di che cosa si parla In questi ultimi anni ci sono stati molti cambiamenti nella popolazione italiana: il numero dei bambini nati, l’età delle madri e dei padri, le nazioni da cui provengono. L’ISTAT (l’Istituto Nazionale di Statistica) offre dati e informazioni utili che riguardano queste trasformazioni avvenute nel nostro paese. Alcuni dati importanti DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE anagrafe: il registro che documenta il numero e lo stato civile della popolazione di un comune. È anche l’ufficio in cui si tiene il registro. età riproduttiva: l’età in cui una donna può avere figli. ISTAT: è l’Istituto Nazionale di Statistica, un ente pubblico che raccoglie dati e informazioni importanti sul nostro paese. fecondità: capacità di procreare (fare figli) di una donna o della popolazione in generale. natalità: numero delle nascite in un certo luogo e in un dato periodo. Come cambiano le nascite in Italia Secondo i dati del 2015 nel nostro paese sono stati registrati per nascita all’anagrafe 485 780 bambini, quasi 17 mila in meno rispetto al 2014. La diminuzione delle nascite avviene soprattutto nelle coppie di genitori italiani: le donne italiane in età riproduttiva sono sempre meno e partoriscono meno bambini. IL NUMERO DI NATI IN ITALIA CONTINUA A DIMINUIRE In parte questa riduzione è la conseguenza del calo dei matrimoni registrato nello stesso periodo; comunque, anche i bambini nati da genitori sposati continuano a diminuire in modo sensibile: nel 2015 sono 346 169 (quasi 120 mila in meno in 7 anni). Al contrario, i bambini nati da genitori non coniugati sono sempre in crescita. I FIGLI NATI FUORI DAL MATRIMONIO SONO PIÙ NUMEROSI Per il secondo anno consecutivo scende il numero di nati con almeno un genitore straniero e continua il calo dei nati da genitori entrambi stranieri, quasi 3 mila in meno rispetto al 2014. LA SITUAZIONE DEI BIMBI NATI DA GENITORI STRANIERI L’8,3% dei nati nel 2015 ha una madre di almeno 40 anni, il 10,3% una sotto i 25 anni di età. Prosegue la diminuzione della fecondità dal 2010: il numero medio di figli per donna scende a 1,35 (1,46 nel 2010). Le donne italiane hanno in media 1,27 figli (1,34 nel 2010), le cittadine straniere residenti 1,94 (2,43 nel 2010). L’ETÀ DELLE MAMME ITALIANE È SEMPRE PIÙ AVANZATA - DIMINUISCE IL NUMERO MEDIO DEI FIGLI PER DONNA L’Istat mette a disposizione il contatore dei nomi per anno di nascita, per scoprire quanti sono i bambini che hanno lo stesso nome, nati e iscritti nelle anagrafi italiane dal 1999 al 2015, e quali sono i nomi più diffusi scelti dai genitori. (Adattamento da: Natalità e fecondità della popolazione residente, in www.istat.it) IL CONTATORE DEI NOMI LESSICO 1. Il termine “coniugati” significa A. sposati B. conviventi C. registrati 2. Nelle frasi che seguono, scegli il sinonimo corretto dei termini sottolineati. • Le donne italiane in età riproduttiva partoriscono meno bambini. A. età matura B. età avanzata C. età fertile • I bambini nati da genitori sposati diminuiscono in modo sensibile. A. continuo B. costante C. notevole • Continua il calo dei nati da genitori entrambi stranieri. A. il crollo B. la diminuzione C. il limite COMPRENDERE 3. La diminuzione delle nascite avviene soprattutto: A. nelle coppie di genitori italiani B. nelle coppie di genitori stranieri C. nelle coppie di genitori sposati 4. I bambini nati da genitori non coniugati: A. si mantengono costanti B. sono in continua discesa C. sono sempre in crescita 5. Perché l’ISTAT mette a disposizione il contatore dei nomi? A. Per calcolare i bimbi nati da madri con meno di 25 anni B. Per controllare il numero medio di figli per donna in Italia C. Per scoprire il numero dei bambini con lo stesso nome ANALIZZARE 6. Scrivi al posto giusto i termini elencati e completa la definizione. grafici • espositivo misto • immagini • continuo Il testo che hai letto si può definire .............................................................. perché spiega un argomento ed è composto da righe di testo ............................................... accompagnato da ..............................................., dati e .................................... che illustrano l’argomento trattato. ESPRIMERE E VALUTARE 7. Scrivere Quali sono fra i tuoi amici e compagni di scuola i nomi più diffusi? Fai una breve ricerca per sapere quali sono i nomi femminili e maschili più diffusi in Italia.
DIDATTICA INCLUSIVA - Leggiamo INSIEME Come cambiano le nascite in Italia Leggi e ascolta un testo espositivo attuale e molto interessante. Durante la lettura del testo osserva bene anche i dati e le immagini. Presta attenzione soprattutto ai grafici. Di che cosa si parla In questi ultimi anni ci sono stati molti cambiamenti nella popolazione italiana: il numero dei bambini nati, l’età delle madri e dei padri, le nazioni da cui provengono. L’ISTAT (l’Istituto Nazionale di Statistica) offre dati e informazioni utili che riguardano queste trasformazioni avvenute nel nostro paese. Alcuni dati importanti DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE anagrafe: il registro che documenta il numero e lo stato civile della popolazione di un comune. È anche l’ufficio in cui si tiene il registro. età riproduttiva: l’età in cui una donna può avere figli. ISTAT: è l’Istituto Nazionale di Statistica, un ente pubblico che raccoglie dati e informazioni importanti sul nostro paese. fecondità: capacità di procreare (fare figli) di una donna o della popolazione in generale. natalità: numero delle nascite in un certo luogo e in un dato periodo. Come cambiano le nascite in Italia Secondo i dati del 2015 nel nostro paese sono stati registrati per nascita all’anagrafe 485 780 bambini, quasi 17 mila in meno rispetto al 2014. La diminuzione delle nascite avviene soprattutto nelle coppie di genitori italiani: le donne italiane in età riproduttiva sono sempre meno e partoriscono meno bambini. IL NUMERO DI NATI IN ITALIA CONTINUA A DIMINUIRE In parte questa riduzione è la conseguenza del calo dei matrimoni registrato nello stesso periodo; comunque, anche i bambini nati da genitori sposati continuano a diminuire in modo sensibile: nel 2015 sono 346 169 (quasi 120 mila in meno in 7 anni). Al contrario, i bambini nati da genitori non coniugati sono sempre in crescita. I FIGLI NATI FUORI DAL MATRIMONIO SONO PIÙ NUMEROSI Per il secondo anno consecutivo scende il numero di nati con almeno un genitore straniero e continua il calo dei nati da genitori entrambi stranieri, quasi 3 mila in meno rispetto al 2014. LA SITUAZIONE DEI BIMBI NATI DA GENITORI STRANIERI L’8,3% dei nati nel 2015 ha una madre di almeno 40 anni, il 10,3% una sotto i 25 anni di età. Prosegue la diminuzione della fecondità dal 2010: il numero medio di figli per donna scende a 1,35 (1,46 nel 2010). Le donne italiane hanno in media 1,27 figli (1,34 nel 2010), le cittadine straniere residenti 1,94 (2,43 nel 2010). L’ETÀ DELLE MAMME ITALIANE È SEMPRE PIÙ AVANZATA - DIMINUISCE IL NUMERO MEDIO DEI FIGLI PER DONNA L’Istat mette a disposizione il contatore dei nomi per anno di nascita, per scoprire quanti sono i bambini che hanno lo stesso nome, nati e iscritti nelle anagrafi italiane dal 1999 al 2015, e quali sono i nomi più diffusi scelti dai genitori. (Adattamento da: Natalità e fecondità della popolazione residente, in www.istat.it) IL CONTATORE DEI NOMI LESSICO 1. Il termine “coniugati” significa A. sposati  B. conviventi  C. registrati 2. Nelle frasi che seguono, scegli il sinonimo corretto dei termini sottolineati. • Le donne italiane in età riproduttiva partoriscono meno bambini. A. età matura  B. età avanzata  C. età fertile • I bambini nati da genitori sposati diminuiscono in modo sensibile. A. continuo  B. costante  C. notevole • Continua il calo dei nati da genitori entrambi stranieri. A. il crollo  B. la diminuzione  C. il limite COMPRENDERE 3. La diminuzione delle nascite avviene soprattutto: A. nelle coppie di genitori italiani B. nelle coppie di genitori stranieri C. nelle coppie di genitori sposati 4. I bambini nati da genitori non coniugati: A. si mantengono costanti B. sono in continua discesa C. sono sempre in crescita 5. Perché l’ISTAT mette a disposizione il contatore dei nomi? A. Per calcolare i bimbi nati da madri con meno di 25 anni B. Per controllare il numero medio di figli per donna in Italia C. Per scoprire il numero dei bambini con lo stesso nome ANALIZZARE 6. Scrivi al posto giusto i termini elencati e completa la definizione. grafici • espositivo misto • immagini • continuo Il testo che hai letto si può definire .............................................................. perché spiega un argomento ed è composto da righe di testo ............................................... accompagnato da ..............................................., dati e .................................... che illustrano l’argomento trattato. ESPRIMERE E VALUTARE 7. Scrivere Quali sono fra i tuoi amici e compagni di scuola i nomi più diffusi? Fai una breve ricerca per sapere quali sono i nomi femminili e maschili più diffusi in Italia.