VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Il taglialegna e le tre accette Fiaba del Vietnam C’era una volta un povero taglialegna. Egli andava nei boschi a far fascine, sua moglie le vendeva in città e così si guadagnavano almeno tanto da non morir di fame. Un giorno che il taglialegna tornava dal lavoro l’accetta gli sfuggì di mano e cadde nelle acque vorticose di un fiume. Il poveretto se ne stava tristemente sulla riva a lamentarsi, e non sapeva che fare. Quand’ecco che dal fiume venne fuori un vecchio con la barba bianca e gli domandò: - Quell’uomo1, perché ti lamenti? - Mi è caduta l’accetta nel fiume, senza la mia accetta io sono perduto. - Voglio aiutarti. Io sono lo spirito di questo fiume, ti riporterò Faccetta. Il vecchio si tuffò nei flutti2 e riemerse dopo un momento con in mano un’accetta. Ma non era un’accetta comune: era tutta d’oro. - È questa la tua accetta? - No, la mia era di ferro, e aveva il manico di legno. Il vecchio si tuffò di nuovo, e dopo un momento tornò a galla con in mano un’accetta tutta d’argento. - È questa la tua accetta? - No - rispose il taglialegna -la mia era di ferro, e aveva il manico di legno. Il vecchio si tuffò per la terza volta e quando venne a galla aveva in mano un’accetta di ferro col manico di legno. - Ecco, questa è la mia accetta! - gridò il taglialegna tutto contento. - Ti ringrazio con tutto il cuore. - Sei un uomo onesto - disse lo spirito del fiume - e per premiarti ti darò anche l’accetta d’oro e l’accetta d’argento. E prima che il taglialegna potesse ringraziarlo era già scomparso nell’acqua del fiume. Il taglialegna prese le tre accette e tornò a casa. Vendette l’accetta d’oro e quella d’argento e ne ricavò tanto denaro che la sua miseria era finita per sempre. Quando il suo vicino venne a sapere com’erano andate le cose, prese anche lui un’accetta, corse al fiume e la gettò nell’acqua, poi si sedette sulla riva ad aspettare. Dopo un po’ venne a galla lo spirito del fiume e gli domandò: - Quell’uomo, che stai facendo qui? - Mi è caduta l’accetta nel fiume. - Ti aiuterò io - disse il vecchio. Si tuffò tra i flutti e dopo un momento tornò alla superficie con in mano un’accetta tutta d’oro. - È questa la tua accetta? - Sì, sì, grazie, è proprio questa! - Bugiardo! - gridò il vecchio incollerito. Afferrò il poveraccio, lo trascinò sott’acqua e nessuno lo ha mai più rivisto. (Tratto da: Enciclopedia della favola. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni, a cura di G. Rodari, Editori Riuniti) Il testo A un taglialegna molto povero viene offerta un’opportunità di diventare ricco: come si comporterà? USA IL DIZIONARIO “Vorticose” significa: ☐ profonde ☐ agitate ☐ fangose Scrivi un contrario di “vorticoso”: 1. Quell’uomo: è un uso antico per rivolgersi a una persona. Oggi si direbbe: «Ehi, tu, senti». 2. flutti: onde. PER IL PIACERE DI LEGGERE I. Calvino, L’acqua nel cestello COMPRENDERE 1. In che modo il protagonista si guadagnava da vivere? 2. Perché il taglialegna stava tristemente seduto sulla riva del fiume? LESSICO 3. Con quali parole ha inizio la fiaba? Come si chiama questa espressione? 4. Collega in modo adeguato i due elenchi e per ciascuna forma verbale trascrivi sul quaderno due esempi tratti dal testo. I VERBI SONO USATI ALL’INDICATIVO IN QUALI CASI? presente imperfetto passato remoto per le azioni che determinano lo svolgersi della vicenda per le caratteristiche dei personaggi per le azioni abituali nei dialoghi ANALIZZARE 5. Come hai imparato, il protagonista delle fiabe è l’eroe, quello che supera le prove e ottiene un premio, ma ci sono altri personaggi importanti. Uno di questi è il donatore, che regala all’eroe qualcosa di magico che gli permetterà di vivere felice e ricco. Per analizzare com’è costruita la fiaba che hai letto, completa la tabella sui puntini. Dove si svolge la vicenda? ......................................................................................................................................................... AMBIENTE Chi è l’eroe-protagonista? Quali sono le sue qualità? ......................................................................................................................................................... EROE Che cosa gli capita mentre sta tornando dal lavoro? ......................................................................................................................................................... DANNEGGIAMENTO Chi aiuta il taglialegna? ......................................................................................................................................................... DONATORE Compare la magia? Come si manifesta? ......................................................................................................................................................... PROVE Qual è il premio che spetta al protagonista? ......................................................................................................................................................... PREMIO Che cosa fa il vicino quando sente la storia del taglialegna? ......................................................................................................................................................... FALSO EROE Come si comporta con il vecchio del fiume? ......................................................................................................................................................... PROVA NON SUPERATA Quale punizione è riservata al vicino di casa? Perché viene punito? ......................................................................................................................................................... PUNIZIONE
Il taglialegna e le tre accette Fiaba del Vietnam C’era una volta un povero taglialegna. Egli andava nei boschi a far fascine, sua moglie le vendeva in città e così si guadagnavano almeno tanto da non morir di fame. Un giorno che il taglialegna tornava dal lavoro l’accetta gli sfuggì di mano e cadde nelle acque vorticose di un fiume. Il poveretto se ne stava tristemente sulla riva a lamentarsi, e non sapeva che fare. Quand’ecco che dal fiume venne fuori un vecchio con la barba bianca e gli domandò: - Quell’uomo1, perché ti lamenti? - Mi è caduta l’accetta nel fiume, senza la mia accetta io sono perduto. - Voglio aiutarti. Io sono lo spirito di questo fiume, ti riporterò Faccetta. Il vecchio si tuffò nei flutti2 e riemerse dopo un momento con in mano un’accetta. Ma non era un’accetta comune: era tutta d’oro. - È questa la tua accetta? - No, la mia era di ferro, e aveva il manico di legno. Il vecchio si tuffò di nuovo, e dopo un momento tornò a galla con in mano un’accetta tutta d’argento. - È questa la tua accetta? - No - rispose il taglialegna -la mia era di ferro, e aveva il manico di legno. Il vecchio si tuffò per la terza volta e quando venne a galla aveva in mano un’accetta di ferro col manico di legno. - Ecco, questa è la mia accetta! - gridò il taglialegna tutto contento. - Ti ringrazio con tutto il cuore. - Sei un uomo onesto - disse lo spirito del fiume - e per premiarti ti darò anche l’accetta d’oro e l’accetta d’argento. E prima che il taglialegna potesse ringraziarlo era già scomparso nell’acqua del fiume. Il taglialegna prese le tre accette e tornò a casa. Vendette l’accetta d’oro e quella d’argento e ne ricavò tanto denaro che la sua miseria era finita per sempre. Quando il suo vicino venne a sapere com’erano andate le cose, prese anche lui un’accetta, corse al fiume e la gettò nell’acqua, poi si sedette sulla riva ad aspettare. Dopo un po’ venne a galla lo spirito del fiume e gli domandò: - Quell’uomo, che stai facendo qui? - Mi è caduta l’accetta nel fiume. - Ti aiuterò io - disse il vecchio. Si tuffò tra i flutti e dopo un momento tornò alla superficie con in mano un’accetta tutta d’oro. - È questa la tua accetta? - Sì, sì, grazie, è proprio questa! - Bugiardo! - gridò il vecchio incollerito. Afferrò il poveraccio, lo trascinò sott’acqua e nessuno lo ha mai più rivisto. (Tratto da: Enciclopedia della favola. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni, a cura di G. Rodari, Editori Riuniti) Il testo A un taglialegna molto povero viene offerta un’opportunità di diventare ricco: come si comporterà? USA IL DIZIONARIO “Vorticose” significa: ☐ profonde ☐ agitate ☐ fangose Scrivi un contrario di “vorticoso”: 1. Quell’uomo: è un uso antico per rivolgersi a una persona. Oggi si direbbe: «Ehi, tu, senti». 2. flutti: onde. PER IL PIACERE DI LEGGERE I. Calvino, L’acqua nel cestello COMPRENDERE 1. In che modo il protagonista si guadagnava da vivere? 2. Perché il taglialegna stava tristemente seduto sulla riva del fiume? LESSICO 3. Con quali parole ha inizio la fiaba? Come si chiama questa espressione? 4. Collega in modo adeguato i due elenchi e per ciascuna forma verbale trascrivi sul quaderno due esempi tratti dal testo. I VERBI SONO USATI ALL’INDICATIVO IN QUALI CASI? presente imperfetto passato remoto per le azioni che determinano lo svolgersi della vicenda per le caratteristiche dei personaggi per le azioni abituali nei dialoghi ANALIZZARE 5. Come hai imparato, il protagonista delle fiabe è l’eroe, quello che supera le prove e ottiene un premio, ma ci sono altri personaggi importanti. Uno di questi è il donatore, che regala all’eroe qualcosa di magico che gli permetterà di vivere felice e ricco. Per analizzare com’è costruita la fiaba che hai letto, completa la tabella sui puntini. Dove si svolge la vicenda? ......................................................................................................................................................... AMBIENTE Chi è l’eroe-protagonista? Quali sono le sue qualità? ......................................................................................................................................................... EROE Che cosa gli capita mentre sta tornando dal lavoro? ......................................................................................................................................................... DANNEGGIAMENTO Chi aiuta il taglialegna? ......................................................................................................................................................... DONATORE Compare la magia? Come si manifesta? ......................................................................................................................................................... PROVE Qual è il premio che spetta al protagonista? ......................................................................................................................................................... PREMIO Che cosa fa il vicino quando sente la storia del taglialegna? ......................................................................................................................................................... FALSO EROE Come si comporta con il vecchio del fiume? ......................................................................................................................................................... PROVA NON SUPERATA Quale punizione è riservata al vicino di casa? Perché viene punito? ......................................................................................................................................................... PUNIZIONE