VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Una gallina molto saggia Gianni Rodari Un giorno una gallina stava becchettando e razzolando sotto un albero fuori dal villaggio, quando uno sciacallo corse verso di lei. Era molto affamato e già si rallegrava al pensiero di una saporita pollastra per pranzo. Ma la gallina lo vide e volò sull’albero. - Buondì, piccola gallina - disse lo sciacallo - hai sentito le ultime notizie? - Che notizie? - chiese la gallina. - Che notizie? La più grande notizia di tutti i tempi: tutti gli animali hanno fatto la pace tra loro. Ora gli animali sono amici, e nessuno deve più temere l’altro. Perciò puoi scendere tranquillamente da quell’albero, non ti mangerò. Ma la gallina era saggia, sapeva in che conto tenere le parole dello sciacallo, e rispose: - Sono contenta di non doverti più temere, ma quassù c’è una vista migliore. Posso vedere tutte le strade del mio villaggio. - E cosa c’è di speciale da vedere nel tuo villaggio? - le domandò, curioso, lo sciacallo. - Nulla di speciale, solo un gruppo di cani che corre in questa direzione. Come sentì questo lo sciacallo balzò in piedi e scappò via. - Ma perché scappi? - gli gridò dietro la gallina. - Hai appena detto che tutti gli animali hanno fatto la pace tra loro! I cani non ti daranno nessun fastidio! - Pensi che non conosca quegli stupidi cani del villaggio? Certamente non sanno ancora la notizia! - gridò lo sciacallo e sparì in un baleno. (Tratto da: Enciclopedia della favola. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni, a cura di G. Rodari, Editori Riuniti) AL CINEMA Anche al cinema le galline sono protagoniste sagge e avvedute: tutt’altro che personaggi con un “cervello da gallina”! • C’è un posto migliore là fuori (da Galline in fuga di Peter Lord e Nick Park) • Segui il cuore, vola in alto! (da Leafie - La storia di un amore di Seong-yun Oh) Il testo Nelle favole moderne cambiano i personaggi, ma le situazioni sono quasi sempre simili: c’è chi cerca di fare il furbo e chi cerca di non cadere nel tranello che gli è stato teso dal furbo. In questa favola lo sciacallo fa la parte dell’ingannatore, la gallina, invece, ritenuta solitamente un animale piuttosto stupido, dimostra di avere cervello. L’autore Gianni Rodari, nato in provincia di Novara nel 1920, iniziò a lavorare come maestro, poi divenne giornalista e scrittore di libri per ragazzi. È stato finora l’unico autore italiano a vincere, nel 1970, il premio Andersen, il più importante concorso internazionale nel campo della letteratura per l’infanzia. È morto nel 1980. COMPRENDERE 1. Qual è la più grande notizia di tutti i tempi? 2. Che cosa dice di vedere la gallina, dall’alto dell’albero? Perché? ANALIZZARE 3. Quanti e quali sono i personaggi? 4. Come sempre gli animali delle favole rappresentano caratteristiche psicologiche degli esseri umani. In questa favola, chi rappresenta lo sciacallo? ☐ La persona che cerca di ingannare gli altri, ma alla fine viene sconfitta con le sue stesse armi ☐ La persona accorta che sa riconoscere il pericolo e lo fugge ☐ L’ingenuo credulone che viene imbrogliato da chi è più astuto 5. Chi rappresenta, invece, la gallina? ☐ La persona pigra e priva di iniziative ☐ La persona semplice, ma capace di riconoscere i pericoli ☐ La persona diffidente che sospetta sempre di tutti 6. In questa favola i luoghi e il tempo sono ............................................................ Sottolinea e trascrivi le espressioni che confermano la tua risposta. a. Indicatori di luogo: b. Indicatori di tempo: 7. La morale in questa storia è implicita, ma è facile da ricavare. Quale potrebbe essere, secondo te? GRAMMATICA 8. Quesito INVALSI Il nome “pollastra” è A. derivato B. composto C. primitivo D. alterato 9. Quesito INVALSI Nella frase «gli animali hanno fatto la pace tra loro» (r. 8-9) la parola “loro” è A. pronome personale soggetto B. pronome personale complemento C. pronome possessivo D. pronome dimostrativo ESPRIMERE E VALUTARE 10. Scrivere Come sei tu al primo incontro, quando conosci delle persone? Di solito hai fiducia o la tua prima reazione verso gli estranei è di essere diffidente? Racconta.
Una gallina molto saggia Gianni Rodari Un giorno una gallina stava becchettando e razzolando sotto un albero fuori dal villaggio, quando uno sciacallo corse verso di lei. Era molto affamato e già si rallegrava al pensiero di una saporita pollastra per pranzo. Ma la gallina lo vide e volò sull’albero. - Buondì, piccola gallina - disse lo sciacallo - hai sentito le ultime notizie? - Che notizie? - chiese la gallina. - Che notizie? La più grande notizia di tutti i tempi: tutti gli animali hanno fatto la pace tra loro. Ora gli animali sono amici, e nessuno deve più temere l’altro. Perciò puoi scendere tranquillamente da quell’albero, non ti mangerò. Ma la gallina era saggia, sapeva in che conto tenere le parole dello sciacallo, e rispose: - Sono contenta di non doverti più temere, ma quassù c’è una vista migliore. Posso vedere tutte le strade del mio villaggio. - E cosa c’è di speciale da vedere nel tuo villaggio? - le domandò, curioso, lo sciacallo. - Nulla di speciale, solo un gruppo di cani che corre in questa direzione. Come sentì questo lo sciacallo balzò in piedi e scappò via. - Ma perché scappi? - gli gridò dietro la gallina. - Hai appena detto che tutti gli animali hanno fatto la pace tra loro! I cani non ti daranno nessun fastidio! - Pensi che non conosca quegli stupidi cani del villaggio? Certamente non sanno ancora la notizia! - gridò lo sciacallo e sparì in un baleno. (Tratto da: Enciclopedia della favola. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni, a cura di G. Rodari, Editori Riuniti) AL CINEMA Anche al cinema le galline sono protagoniste sagge e avvedute: tutt’altro che personaggi con un “cervello da gallina”! • C’è un posto migliore là fuori (da Galline in fuga di Peter Lord e Nick Park) • Segui il cuore, vola in alto! (da Leafie - La storia di un amore di Seong-yun Oh) Il testo Nelle favole moderne cambiano i personaggi, ma le situazioni sono quasi sempre simili: c’è chi cerca di fare il furbo e chi cerca di non cadere nel tranello che gli è stato teso dal furbo. In questa favola lo sciacallo fa la parte dell’ingannatore, la gallina, invece, ritenuta solitamente un animale piuttosto stupido, dimostra di avere cervello. L’autore Gianni Rodari, nato in provincia di Novara nel 1920, iniziò a lavorare come maestro, poi divenne giornalista e scrittore di libri per ragazzi. È stato finora l’unico autore italiano a vincere, nel 1970, il premio Andersen, il più importante concorso internazionale nel campo della letteratura per l’infanzia. È morto nel 1980. COMPRENDERE 1. Qual è la più grande notizia di tutti i tempi? 2. Che cosa dice di vedere la gallina, dall’alto dell’albero? Perché? ANALIZZARE 3. Quanti e quali sono i personaggi? 4. Come sempre gli animali delle favole rappresentano caratteristiche psicologiche degli esseri umani. In questa favola, chi rappresenta lo sciacallo? ☐ La persona che cerca di ingannare gli altri, ma alla fine viene sconfitta con le sue stesse armi ☐ La persona accorta che sa riconoscere il pericolo e lo fugge ☐ L’ingenuo credulone che viene imbrogliato da chi è più astuto 5. Chi rappresenta, invece, la gallina? ☐ La persona pigra e priva di iniziative ☐ La persona semplice, ma capace di riconoscere i pericoli ☐ La persona diffidente che sospetta sempre di tutti 6. In questa favola i luoghi e il tempo sono ............................................................ Sottolinea e trascrivi le espressioni che confermano la tua risposta. a. Indicatori di luogo:  b. Indicatori di tempo:  7. La morale in questa storia è implicita, ma è facile da ricavare. Quale potrebbe essere, secondo te? GRAMMATICA 8. Quesito INVALSI Il nome “pollastra” è A. derivato B. composto C. primitivo D. alterato 9. Quesito INVALSI Nella frase «gli animali hanno fatto la pace tra loro» (r. 8-9) la parola “loro” è A. pronome personale soggetto B. pronome personale complemento C. pronome possessivo D. pronome dimostrativo ESPRIMERE E VALUTARE 10. Scrivere Come sei tu al primo incontro, quando conosci delle persone? Di solito hai fiducia o la tua prima reazione verso gli estranei è di essere diffidente? Racconta.